Stacks Image 1103
MI CHIAMO MONICA SIGNORINI, sono nata 08 /06 1967. Nel Natale 2015 avevo il mio allora ex marito in ospedale a Cesena, si era operato al cervello per un tumore.  Un’infezione presa in sala operatoria ne aveva messo a repentaglio la vita con febbre alta, non risolta con nulla.  Non conoscevo Maria Clara Romano, ma una ragazza di nome Roberta che frequenta il gruppo di preghiera mi disse: scrivi a Clara... cosa che quella notte feci subito. Conservo ancora quel dialogo, diceva; Io so che LEI lo può salvare, Lei è ascoltata da Dio.  Così fu, la mattina stessa la febbre alta sino a 39.9 era sparita e il mio ex marito con le sue gambe andava a bersi un caffè alle macchinette.  Importante fu la frase dell’infermiere...disse: “Questa notte qui e successo qualcosa di speciale perché tutti noi avevamo la temperatura corporea a 35.2” Vi sono documenti medici a testimonianza. Ma Clara è molto di più. Ho cominciato da allora a seguire il gruppo di preghiera , Io sono positiva al lupus erimatoso sistemico, che ha portato alla morte mia madre da lei ereditato e che mi ha portato ad essere allergica a tutto.  Tutti i pollini, le polveri, i profumi... tanto da finire spesso in ospedale con crisi d’asma che necessitavano di urgenti iniezioni.  Ho perso tutta la mia famiglia, tre gravidanze andate male e sono la 7 generazione di una famiglia complessa. Con Maria Clara piano piano il mio corpo ha cominciato a rinascere, ho iniziato a guidare e superare tutti gli attacchi di panico continui,  sono tornata a nuotare ...sopporto pollini e profumi si , prendendo cure ma molto molto molto più moderate di prima. Vi sono anche qui certificati a testimonianza.  Oggi inaspettatamente, dopo 18 mesi che frequento il gruppo di preghiera "Ama il prossimo tuo come te stesso" fondato e diretto da Maria Clara Romano, ho avuto ben due aumenti di carriera lavorativa, faccio mediamente 700 km a settimana in macchina, nuoto... vivo, amo... credo.  Devo ancora perfezionarmi, devo ancora vincere molti demoni, la crescita Spirituale è impegnativa, ma vivo un’esperienza unica.
 Il male esiste e si può togliere, io lo vedo fare tutte le domeniche da Maria Clara Romano, l’ho visto su me stessa.  SOLO LEI HA POTUTO TANTO.   In fede Signorini Monica (Riccione)


PERSI MIO PADRE IL 16 GIUGNO DEL 2010
a causa di un incidente stradale, con lui se ne andò la mia voglia di vivere e di credere in Dio. Avevo 12 anni e nessuno mi aveva insegnato che Dio in tutto questo male non centrava proprio niente. Iniziai a vivere nel buio più totale, rispondevo male a tutti, urlavo, avevo crisi di nervi, piangevo continuamente e bestemmiavo tanto che iniziarono gli attacchi di panico e le corse in ospedale per paura che fosse un altro male. Non vivevo più, non riuscivo a mangiare e nemmeno a dormire. La mia anima era tormentata da un’ansia e una paura continua. Il 9 Giugno del 2015, il giorno prima del mio compleanno, ricevetti il regalo più bello della mia vita : conobbi questa Donna meravigliosa che curò la mia anima con la sua unica dolcezza e il suo amore immenso, ricordo benissimo quel giorno, posò le mani sopra la mia testa e subito, dentro di me, in mezzo al petto, sentii un calore che mi riempiva e mi faceva sentire viva, quel calore scaldò la mia anima facendola rivivere totalmente. Da quel giorno il Signore lo porto sempre con me nel mio cuore, credo in Lui più di ogni altra cosa al mondo e mai smetterò di farlo. Ad oggi posso dire che se non avessi conosciuto Maria Clara Romano non so che fine avrei fatto, per questo, con tutta me stessa, ringrazio questa donna per tutto quello che ha fatto e continua a fare per me. Oggi vivo a pieno la vita amandola più che mai.  Mamma Clara ti voglio un bene dell’anima, nessun grazie sarà mai abbastanza, mai abbastanza per colmare la mia gratitudine nei tuoi confronti. Autorizzo la pubblicazione. Ilenia Pocognoli 26 / 10 / 2017



SENTO DI FARE QUESTA TESTIMONIANZA AFFINCHE’ PORTI QUALCHE CONSIGLIO A CHI COME ME E’ ENTRATO IN QUELLA PIAGA CHE SI CHIAMA DROGA, alcol ecc… e dico che non bisogna perdere tutte le speranze, perché qualsiasi cosa vi abbia portato in questa strada, se c’è la volontà, percorrendola, si può uscire. Parlo della strada dello spirito, lo stesso spirito che è stato colpito fin da piccoli, e, cercando di sistemarlo con l’annullamento della propria persona, si incorre, per debolezza spirituale, per mancanza di affetto, per delusioni, per la non conoscenza, per cattive compagnie, si incorre nella propria distruzione accettando droghe e alcol da tutti gli amici, che amici non sono, e che purtroppo si trovano nelle nostre stesse condizioni di disperazione. Io per caso girando nel web, ho incontrato il nome e la persona di Clara Romano, cercavo una speranza e qualcosa a cui aggrapparmi, mi ha incuriosito, l’ho contattata ed eccomi ad iniziare una nuova vita. Devo però raccontare quello che mi è successo circa un anno fa, (ancora non conoscevo Clara), volevo distruggere con il suicidio questa mia vita, già distrutta dalla droga da quando avevo 17 anni. Il mio cervello mi diceva di farla finita, andai via di casa e in una notte che mi sembrava di impazzire, sentivo delle voci che mi dicevano: ucciditi, ucciditi! Cominciai a premeditare tutto il tempo che ci voleva per sfracellarmi al suolo e quante sofferenze avrei potuto sentire. Era notte, e in strada non c’era nessuno per cui avevo deciso di farlo subito senza dubbi. Salii in casa e andai in terrazza, ero veramente deciso di farla finita, scavalcai la ringhiera del terrazzo e stavo per lanciarmi nel vuoto, fissavo il vuoto, ho avuto un attimo in cui mi sono fermato, dall’Alto qualcuno mi ha scosso la coscienza e non mi sono più buttato fermandomi in tempo. Dopo un anno preciso ho conosciuto Clara e le speranze di una vita migliore sono riaffiorate nel mio cuore pieno di dolore. Sto seguendo quello che mi dice con grande amore di madre, anche se ancora le mie sofferenze sono grandi, ma non mi sento più in quel tunnel di distruzione, io dico che bisogna allontanarsi definitivamente dalle trappole che il male crea per distruggere intere famiglie, bisogna avere fiducia in qualcuno e Clara Romano mi ha ridato la vita dello spirito, quello spirito che era morto e cercava di far morire anche il corpo. Abbiate fede in lei, lei è sempre a vostra disposizione, non si trovano facilmente persone come lei, io mi sono spostato da molto lontano, dalla Sicilia, per andare al suo Gruppo di Preghiera e le emozioni che ho avuto mi hanno aperto il cuore all’amore di me stesso. Ringrazio Clara per la pazienza e la bontà che ha avuto e che ha nei miei confronti, non mi sento più solo, disperato, incapace di tutto, adesso seguo la via del Signore, dove Clara mi guida. Grazie, Clara, dal profondo del mio cuore che tu mi hai fatto ritrovare. Roberto B.

Carissima Clara, 
Stamattina ho fatto la visita da un altro oculista, mi ha detto che non ho più glaucoma e la pressione oculare è alla norma. 
Ti ringrazio moltissimo! è un miracolo! 
Io, Fabio e Davide ti ringraziamo con tanto affetto e puoi dare questo messaggio alla radio e su sito. 
Con tanto affetto. 
Berny  


TESTIMONIANZA DI KATIA ABBATE
Clara, tu mi hai salvato la vita. Stavo uscendo pazza dal dolore, mi volevo buttare sotto il treno, ero distrutta per il dolore della perdita di mio figlio. Ma un giorno, aprendo facebook, vedo la foto di una bella persona, qualcosa mi attirava, sentivo già che mi ispirava fiducia, con gli occhi mi parlava, così non ho perso tempo. La contatto e così è iniziata la mia salvezza. Mi ha guarita, mi ha salvato dalla morte che volevo darmi, ero in pericolo, i medici avevano detto che non potevo stare sola perché la mia forte depressione morbosa mi avrebbe portato a gesti estremi. Clara mi è stata sempre vicina con la sua dolcezza e oggi posso dare testimonianza della mia guarigione e non smetterò mai di gridare: Grazie! Mamma Clara per me è un gioiello troppo prezioso. Ti voglio bene mamma
Katia Abbate


Stacks Image 1107